Sakè made in Vercelli

Il nostro progetto si propone di produrre un sakè Made in Italy, usando come materia prima gli eccellenti risi del nostro territorio.

L’Italia può vantare una grande tradizione risicola: produciamo tante varietà originali e riconosciute nel mondo come il riso Carnaroli, il Venere o l’Apollo, tutti con caratteristiche uniche che li contraddistinguono.

Da questo presupposto nasce l’idea di realizzare una bevanda che fonda le due culture in un mix composto dalla millenaria tradizione giapponese e il territorio risicolo italiano.

MATERIE PRIME

La materia prima che utilizzeremo, fattore situato alla base del nostro progetto, proviene tutta dai campi risicoli italiani.

Carnaroli

Il Carnaroli, ovvero il riso italiano per eccellenza, utilizzato principalmente per i risotti conosciuto anche all’estero

Apollo

Un riso aromatico in grado di sprigionare una fragranza intensa che ricorda il gelsomino

Venere

riso pigmentato di colore nero che rilascia dei profumi particolari e che darà un colore caratteristico al prodotto finale

LA PRODUZIONE

I processi sono gli stessi usati nella produzione del sakè tipico giapponese, questo per lasciare intatta la sua millenaria tradizione. Qualità importante che portiamo avanti col massimo rispetto perché teniamo al fatto che il prodotto sia un’unione armoniosa di due culture che abbiano in comune un’importante tradizione risicola.

TRACCIABILITÀ

E’ importante per noi garantire la salubrità e la provenienza delle nostre materie prime, perciò tutti i risi che arrivano destinati alla produzione del nostro sakè devono essere  provvisti di tutte le documentazioni necessarie per dimostrarne la provenienza.

LA SQUADRA

Il nostro team è l’unione di tre amici nonché compagni di corso, accomunati dall’interesse generale per il riso a cui si è unita la passione per la cultura nipponica di uno di noi. La nostra forza risiede nella conoscenza approfondita della risicoltura italiana, derivante dalle nozioni apprese durante i due anni di corso sulla filiera risicola.

EDOARDO BRUSA

EDOARDO BRUSA

Studente

Perito chimico di vent’anni, aspirante tecnico superiore delle filiere risicola e cerealicole. Abito in un piccolo paese in mezzo alle risaie della bassa vercellese: Prarolo, cui sono molto legato. Come consigliere comunale cerco di essere sempre utile alle cause che ritengo importanti per migliorare le condizioni del territorio in cui vivo. Sono un appassionato lettore di classici della letteratura e, grazie al corso da tecnico superiore che sto frequentando, ho scoperto un’ulteriore passione: la risicoltura.

DOMENICO COSTANZA

DOMENICO COSTANZA

studente

Sono un tecnico operatore di sala e vengo da San Germano Vercellese, un paese di 1400 abitanti circondato dalle risaie a quindici chilometri da Vercelli. Attualmente sto frequentando un corso ITS relativo alla filiera risicola e cerealicola per ampliare i miei orizzonti e aprirmi nuove prospettive lavorative. Ho una grandissima passione per la cultura orientale, in particolare per quella giapponese, le cui tradizioni mi hanno sempre affascinato.

MAURIZIO PELETTA

MAURIZIO PELETTA

studente

Diplomato geometra, frequento il corso ITS per conseguire il diploma di tecnico superiore responsabile della filiera cerealicola e risicola. Abito a Palazzolo Vercellese, un piccolo paese in provincia di Vercelli con una grande presenza di terreni agricoli coltivati a riso. Questo è uno dei motivi che mi ha spinto a intraprendere questo specifico percorso professionale che mi permette di acquisire competenze  spendibili sul territorio circostante.